• Vivisanmaurizio

Via Stura a Ceretta di San Maurizio Canavese la situazione peggiora.

A una settimana dalla nostra segnalazione scritta sull’abbandono dei rifiuti in via Stura a Ceretta di San Maurizio Canavese e sull’acqua maleodorante rilasciata nel Fiume Stura Dal depuratore SMAT ancora nessun intervento da parte dell’Amministrazione Comunale.

Anzi la situazione peggiora sempre di più con ulteriori rifiuti abbandonati nell’area del depuratore invitiamo ancora una volta l’amministrazione Comunale a intervenire soprattutto perché sono le leggi Regionali del Piemonte scritte dal consiglio regionale a stabilirlo Legge regionale 2 novembre 1982, n. 32.

Norme per la conservazione del patrimonio naturale e dell'assetto ambientale.

Art. 7.

(Attribuzioni dei Comuni)

I Comuni curano l'asportazione dei rifiuti lungo le strade pubbliche ed in ogni altro luogo pubblico ivi comprese le rive di specchi e corsi d'acqua:

a) operando affinché coloro che abbiano abbandonato i rifiuti ed i detriti provvedano alla loro asportazione ed al trasporto presso discariche pubbliche o centri di smaltimento;

b) provvedendo direttamente all'asportazione, al trasporto ed allo smaltimento dei rifiuti e dei detriti, a spese dei responsabili, in caso di inadempienza da parte di questi dell'obbligo di cui alla lettera a);

c) provvedendo direttamente all'asportazione, al trasporto ed allo smaltimento dei rifiuti e dei detriti qualora non sia possibile accertarne la provenienza.


Pensiamo che Il monitoraggio dell’area sia indispensabile per far sì che l’abbandono di rifiuti in via Stura non avvenga più e che i trasgressori vengano individuati e puniti con le leggi vigenti.

Abbiamo inviato segnalazione scritta all'ufficio vigilanza ambientale della Citta Metropolitana di Torino


47 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti