• Vivisanmaurizio

Per gli anziani che non andranno in vacanza quest’estate, consigli contro i furti e imbrogli.


Pensavamo di trovare qualche consiglio o avviso su come evitare le truffe in estate rivolto agli anziani nel sito del comune con i numeri per le emergenze ma non abbiamo trovato nulla. Abbiamo pesato di farlo noi.

Le vacanze estive sono alle porte, le citta si svuotano, i furti gli imbrogli soprattutto a discapito di quegli anziani che non andranno in vacanza aumentano. Abbiamo deciso di darvi dei piccoli suggerimenti perché nel mirino dei malviventi e truffatori in estate ci sono gli anziani. Ma come difendersi? La cosa più importante è riconoscere le situazioni a rischio o quei comportamenti che possono far pensare a un tentativo di truffa e conoscere che tipo di comportamento bisogna assumere per prevenire i furti e gli imbrogli da parte dei delinquenti per mantenere la propria sicurezza personale e in casa. Le maggiori truffe vengono fatte da falsi tecnici di acqua, luce e gas. Oltre a questi dobbiamo aggiungere falsi funzionari INPS o dell’Agenzie delle Entrate che con una scusa vorranno controllare la vostra posizione pensionistica o contributiva. Infine falsi funzionari del catasto che vorranno misurare il vostro appartamento. Generalmente queste persone sono sempre in due, perché mentre uno pensa a distrarvi l’altro cerca di rubare soldi e valori. Quando colpiscono singolarmente uno entra in casa rubando un oggetto mentre il secondo si presenta in un secondo momento come agente di polizia mostrando al malcapitato l’oggetto rubato chiedendogli se lo riconosce e chiedendo al malcapitato di controllare se manca altro. In questo caso è la stessa vittima che mostra dove tiene i soldi e gli altri valori. Questo tipo di furto è il più dannoso per gli anziani che si vedono rapinati oltre che dei beni di valore materiale anche di quelli affettivi. Altre truffe si possono verificare quando andate a dare assistenza ad amici o parenti in ospedale. La vittima credendosi in un luogo sicuro si addormenta in camera lasciando incustodita la borsa o il proprio borsello con le chiavi di casa e i documenti. E qui che il delinquente entra in azione rubando le chiavi di casa e i documenti per sapere dove abitate. Così mentre voi sarete fuori casa i ladri potranno agire indisturbati entrando tranquillamente a casa vostra e rubando tutto ciò che di valore c’è in casa. In questo caso il ladro ha tutto il tempo di rovistare la casa creando nell’anziano un senso di impotenza e paura. Inoltre diffidate delle persone gentili, se non le conoscete, perché mentre fate la spesa può capitare che un truffatore si metta in coda con voi alla cassa, mentre pagate, magari vi distraete, poggiate il vostro portafoglio o il bancomat sul nastro e come per magia il vostro bancomat è sparito senza che voi ve ne rendiate conto. Mentre uscite dal negozio sotto casa, un secondo truffatore sempre con gentilezza vi chiede di portarvi la confezione di acqua in casa perché per voi è troppo pesante. Questo stratagemma serve esclusivamente per sapere come vi chiamate per poi rintracciarvi telefonicamente. In seguito, dopo aver saputo chi siete, vi telefoneranno e si spacceranno per impiegati della banca per rubarvi il codice del vostro bancomat svuotandovi il conto corrente. Vi consigliamo di non pensare che siete immuni da quest’ultima truffa perché le più banali sono quelle che riescono sempre. Non fate entrare in casa nessuno tantomeno funzionari operatori di enti pubblici o privati perché non è obbligatorio senza aver prima verificato la loro identità. Ciò è possibile telefonando direttamente all’Ente a cui dicono di appartenere o chiedendo l’aiuto delle forze di polizia, di parenti, amici o vicini. Il più delle volte può essere, infatti, sufficiente la comunicazione, a chi vuole entrare in casa, di voler verificare la sua identità o di voler chiamare un vicino o un parente, per farlo allontanare, se si tratta di malintenzionati. Se vi capita di assistere parenti o amici in ospedale non lasciate incustodite le borse o i borselli con i vostri effetti personali chiudeteli a chiave negli appositi armadi. Se dovete fare una grande spesa fatevi sempre accompagnare da un parente un amico o un vicino. Questo terra lontano i truffatori. Nel caso i delinquenti sono riusciti ad entrare a casa vostra non bisogna reagire in nessun modo perché la reazione potrebbe essere imprevedibile. Vi consigliamo di osservare attentamente ogni particolare del malfattore/i, anche l’auto o il mezzo con cui si allontanano, la targa e dove si dirigono per un ‘eventuale denuncia alle forze dell’ordine. Per Urgenze tel.112 Polizia Municipale di San Maurizio Canavese tel.0119263222

2 visualizzazioni
Associazione   Vivisanmaurizio

10077 San Maurizio Canavese

Torino

Social   Network
  • Facebook Icona sociale
  • Twitter Icon sociale
  • Google+ Icona sociale
  • YouTube Icona sociale
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now